• informazioni
  • calendario
  • docente

Panoramica del corso

1. PRESENTAZIONE

Valutazione d’impatto e Teoria del Cambiamento sono ormai termini familiari per molti professionisti del Terzo Settore, così come anche in ambito for profit. Basti pensare, da un lato, a come sono state aggiornate negli ultimi anni le linee guida di molti finanziatori a livello globale, europeo e nazionale, ma anche a tutte le forme ibride di imprenditoria come le Benefit corporation o le imprese sociali, per citarne solo due; dall’altro, alla spinta sempre maggiore verso una rendicontazione degli impatti (criteri ESG, finanza a impatto sociale ecc.). Con l’arrivo dei primi 35 miliardi del Piano Nazionale di Rinascita e Resilienza (PNRR), il tema sarà ancora più al centro, vista l’importanza di agganciare gli investimenti anche alla loro efficacia trasformativa.

Ma c’è di più: sempre più organizzazioni del Terzo Settore si stanno strutturando per pianificare, gestire e valutare l’impatto che generano, per potenziare ulteriormente la propria accountability, la propria trasparenza nei confronti di sostenitori e donatori, ma anche per rafforzare la propria identità e il proprio posizionamento, con ricadute sia sugli stakeholder esterni (si pensi anche a uno strumento come il Bilancio Sociale) che sulle proprie persone (Board, staff, volontari ecc.).

Per tutte queste ragioni risulta fondamentale avere un livello altissimo di competenza su principi, processi e metodologie per misurare l’impatto generato, che lo si faccia per la propria organizzazione o in qualità di consulente. Sapendo anche intercettare e prevenire per tempo tutte le trappole e gli errori che una fase come quella attuale porta con sé: il tema è molto di moda e sulla bocca di tutti, ma sono ancora pochi gli esempi di qualità che si registrano in questo ambito. False partenze o soluzioni non incardinate nei processi strutturali della propria realtà non solo portano a sprecare tempo e risorse preziosi, ma in molti casi causano danni che si pagheranno per molto tempo.

 

2. DESTINATARI

Il corso si rivolge a:

  • professionisti del Terzo Settore, della Pubblica Amministrazione, delle Fondazioni private e di Aziende, con ruoli dirigenziali e con responsabilità nel disegno della strategia organizzativa
  • persone con esperienza consolidata e a consulenti senior in valutazione
  • Direttori Programmi, Comunicazione e Raccolta Fondi.

 

3. COSA OTTERRAI CON QUESTA MASTERCLASS

  • Conoscerai in dettaglio le fasi principali che caratterizzano l’approccio della Teoria del Cambiamento alla valutazione dell’impatto sociale
  • Comprenderai, anche grazie a casi studio e simulazioni, esercitazioni e discussioni in plenaria, perché la Teoria del Cambiamento è fondamentale per preparare al meglio una valutazione dell’impatto sociale e per trarne il massimo dei benefici, per i portatori di interesse e per la propria realtà
  • Comprenderai perché un approccio basato sulla Teoria del Cambiamento consente di ottenere migliori risultati rispetto ad altri approcci e a quali condizioni (casi studio ed errori più frequenti)
  • Saprai sviluppare e leggere le fasi fondamentali di una valutazione dell’impatto sociale generato: dalla sua programmazione alla misurazione degli indicatori di risultato, dal ciclo di gestione del dato alla comunicazione e capitalizzazione dei risultati raggiunti, anche in termini di apprendimento e di miglioramento continuo e di strategia di stakeholder engagement.

 

4. METODOLOGIA

L’approccio metodologico di Reattiva, maturato in oltre 30 anni di formazione e facilitazione di gruppi di lavoro, fa riferimento alla teoria Transformative Learning, che considera tre dimensioni interdipendenti per un apprendimento attivo ed efficace:

  • La dimensione cognitiva, legata alla sfera della conoscenza;
  • La dimensione comportamentale, legata alla sfera dell’agire e allo sviluppo delle abilità e delle competenze utili per mettere in pratica le conoscenze acquisite;
  • La dimensione socio-emotiva, legata alla sfera dell’essere, della crescita personale e dell’empatia.

Secondo questo approccio, la coerenza tra i contenuti e il modo in cui essi vengono proposti è essenziale per liberare il potenziale trasformativo delle persone e delle organizzazioni, permettendo loro di esprimere il meglio di sé. Questo significa che i corsi non si accontentano di “trasferire contenuti”, ma forniscono continuamente rimandi teorico-pratici a come essi possono venire applicati e a quanto sono in grado di influire sulle nostre convinzioni e comportamenti.

In tutte le fasi del processo di apprendimento, i facilitatori di Reattiva accompagnano i docenti con l’obiettivo di aiutare il gruppo a crescere insieme sui contenuti emersi, a farli propri e a trasformarli in modo che diventino materia viva, modellata sui bisogni di ciascuno. In collaborazione con i docenti, i facilitatori disegnano e propongono alcune possibili strade da seguire, offrono strumenti per stimolare l’intelligenza collettiva, sono attenti a rendere chiari tutti i passaggi, si preoccupano che tutti siano coinvolti, verificano il raggiungimento degli obiettivi e misurano l’impatto del lavoro svolto. Un lavoro prezioso e continuo che rappresenta il marchio di fabbrica dei corsi di Reattiva.

 

5. CONTENUTI

Il primo giorno la masterclass prevede:

1. Breve presentazione di sé stessi e della propria professione inerente alla masterclass (anche per preparare e facilitare il networking post-corso).
2. Sintetica panoramica del corso nel suo complesso.
3. Gli aspetti centrali della Teoria del Cambiamento applicata alla valutazione dell’impatto sociale e perché se ne parla così tanto oggi, con esempi e casi studio.
4. Le sfide attuali della valutazione d’impatto sociale.
5. Pianificare la valutazione d’impatto sociale con la Teoria del Cambiamento. Aspetti organizzativi: processi, persone, risorse.
6. Approcci partecipativi/collaborativi tipici della Teoria del Cambiamento applicati alla valutazione dell’impatto sociale vs approcci eterodiretti: chi se ne deve occupare (ruoli e responsabilità)? Quale ricaduta su identità, motivazione, senso di appartenenza?

Il secondo giorno la masterclass toccherà i seguenti argomenti:

1. Misurare l’impatto sociale con l’approccio della Teoria del Cambiamento. Collegare il monitoraggio interno alla valutazione outcome-driven. Rendere al tempo stesso sostenibile ed efficace la misurazione.
2. Metodi misti quali-quantitativi, metodi sperimentali (controfattuali) e quasi-sperimentali: come la Teoria del Cambiamento può aiutarci a scegliere.
3. Gli standard di rendicontazione sociale: pro e contro
4. Strumenti digitali per l’acquisizione, la gestione e la comunicazione dell’impatto sociale e della relativa Teoria del Cambiamento.
5. Il reporting della valutazione d’impatto sociale: per chi? Per cosa? Come impostarlo?
6. L’apprendimento continuo come approccio radicale della Teoria del Cambiamento alla valutazione d’impatto sociale. La Teoria del Cambiamento come bussola e non come roadmap.
7. L’impatto sociale nella comunicazione istituzionale: il Bilancio Sociale.
8. Conclusioni e raccomandazioni per “mettere a terra” i contenuti della masterclass.

 

6. MATERIALI

Ai partecipanti verranno consegnate tutte le slide utilizzate dal formatore e una sito-bibliografia sul tema.

 

7. DATE DEL CORSO E TERMINE DELLE ISCRIZIONI

Il corso si svolgerà nelle date 26 e 27 novembre. Scorri nella pagina per scoprire luogo e orari.

Il termine delle iscrizioni è il 18 novembre alle ore 23.59.

Numero massimo di partecipanti: 15.

Per accedere alle lezioni in presenza è obbligatorio mostrare il Green Pass.

Se sei un'organizzazione e vuoi acquistare ticket cumulativi a prezzo scontato scrivici qui: www.reattiva.org/contatti

Dettagli
  • 2 INCONTRI
  • 15 ore
  • Livello: esperto

La tua agenda

26 Novembre 09:30
Milano Piazzale Gambara 7/9

09:30/18:00

27 Novembre 09:30
Milano Piazzale Gambara 7/9

09:30/18:00

Docente

Christian Elevati

Docente
Vedi il profilo

Accompagno le organizzazioni nella creazione, nello sviluppo e nella condivisione di valore sociale, lavorando sia a livello gestionale, sui processi, che relazionale, sostenendo i differenti livelli di leadership e mettendo al centro le persone che dovranno guidare il cambiamento. Applico strategie di Change management e metodologie tipiche della Teoria del Cambiamento alla pianificazione strategica e alla co-progettazione territoriale. Sostengo lo sviluppo di metodologie di impact management & evaluation finalizzate al miglioramento continuo delle persone e dei risultati, dell’accountability e della trasparenza. Vengo da oltre 25 anni di esperienza professionale in processi partecipativi e di inclusione sociale, con responsabilità di programme e project management, advocacy, valutazione dell’impatto, bilanci sociali, progettazione, funding, networking e relazioni istituzionali, sia nel settore profit che non profit. Metto la mia esperienza al servizio delle organizzazioni per aiutarle molto concretamente a raggiungere specifici obiettivi di crescita, senza perdere di vista la visione strategica complessiva. “Change is inevitable, growth is optional” John Maxwell Kushandwizdom

Partner del corso

Il corso è stato realizzato in partnership con i seguenti enti

Condividi il prodotto